College Football Conference Realignment: miglioramenti minori o una revisione importante

Nel 2025, la concessione dei diritti del Big 12, che assicura che la conferenza possieda i diritti TV di ciascun membro, scade. È possibile che vediamo un altro round di riallineamento allora. L’accordo dell’ACC è più lungo e altre conferenze; gli accordi variano, ma per il bene di questo articolo, evidenzierò un paio di desideri di riallineamento della conferenza che ho come se questi accadessero nel lasso di tempo 2024-2027. Dipingerò uno scenario un po ‘ realistico (scenario di riallineamento minore) e una torta nello scenario del cielo (sei conferenze di 12 squadre). Iniziamo con quello più realistico:

Scenario di riallineamento minore

Ecco un paio di mosse di riallineamento che sarebbero divertenti da vedere. Non sono tutti necessariamente interconnessi, anche se alcuni possono essere.

Notre Dame e UCF all’ACC: L’ACC sta già raccogliendo benefici dall’aggiunta di Notre Dame come membro parziale con il grande vantaggio che forniscono ai contratti TV, ma aggiungerli alla conferenza a tempo pieno sarebbe ancora meglio. Giocano circa cinque squadre ACC all’anno, ma 8 o 9 fornirebbero un vantaggio ancora più grande. Renderli membri a pieno titolo renderebbe più difficile il percorso di Clemson verso il titolo ACC e i playoff, ma fornirebbe un terzo programma d’élite nella conferenza a che ha un grande bisogno di uno oltre a Clemson e FSU (mi dispiace, Miami).

Se dovessero aggiungere un 16 ° per mantenere anche le divisioni (un requisito NCAA assurdo per tenere le partite di campionato della conferenza), vengono in mente diverse squadre: West Virginia, Maryland, UCF, USF, App State e UCF. West Virginia e Maryland hanno più senso (e sarebbe divertente mettere Pitt, Louisville, WVU, e Maryland nella stessa conferenza), ma più realistico è uno dei team G5. UCF è una scuola scandalosamente grande con un’iscrizione di 66.000. Se dovessero partecipare a una conferenza importante, potrebbero basarsi sui risultati recenti.

Cincinnati sostituisce Rutgers nel Big 10: questo è ovvio. Se passano altri cinque anni e Rutgers non è ancora competitivo, è tempo di una resa dei conti. Se Greg Schiano non può farlo, allora non possono tagliarlo nel Big 10. Ora, penso che ci sia una possibilità che possa trasformarli in una squadra vincente 7 o 8 coerente, ma in caso contrario, potrebbe essere meglio per entrambe le parti se tornano all’AAC. Cincinnati si distingue come una delle più forti squadre G5 e di gran lunga il più forte nel Midwest. E ‘ un matrimonio perfetto, anche se lo stato dell’Ohio lo odia.

BYU e Memphis al Big 12:

Il Big 12 ha solo 10 squadre e potrebbe voler aggiungere di più per espandere ulteriormente la loro impronta e garantire la stabilità. BYU è un programma storico che ha bisogno di una casa. Hanno un seguito sottovalutato e portano un mercato unico al Big 12. Con il potere 5 soldi, potrebbero essere competitivi con lo Stato dell’Oklahoma e West Virginias del mondo.

Memphis allunga la conferenza verso est. Solo uno stato separa Memphis da Oklahoma. Le Tigri collegano West Virginia alla conferenza e si trovano in una zona ricca di reclutamento. Sono forti anche nel basket. Houston sarebbe un obiettivo, ma il Grande 12 potrebbe rifuggire dall’aggiunta di un’altra scuola del Texas.

Scenario di riallineamento principale

Ora per un probabile meno realistico, ma molto più divertente tubo di sogno. Sono stato irremovibile sul mio supporto per l’attuale sistema di playoff a quattro squadre. Sfortunatamente, con tutti i sistemi di playoff, l’espansione è inevitabile. Più giochi di spareggio significa più contenuti premium. La NFL ha appena ampliato i propri playoff. MLB ha recentemente aggiunto una seconda squadra wild card e stanno discutendo un terzo. Il torneo NCAA, che ci manca così gravemente questo mese, è il più grande colpevole. Nel 1968, il campo era composto da sole 23 squadre. L’anno successivo il numero è cresciuto a 25. Nel 1975, è cresciuto a 32. Nel 1979, hanno aggiunto altre quattro squadre per includere 40. Nel 1980 ne furono aggiunti altri 8. 52 squadre nel 1983, 53 nel 1984 e infine 64 nel 1985. I giochi di play-in sono stati aggiunti lentamente per raggiungere il campo a 68 squadre che abbiamo oggi.

Purtroppo, la morte di bowl stagione sarà completa in pochi anni, quando il college football playoff si espande di nuovo. Con questa eventualità, ecco un audace piano di riallineamento che consentirebbe a sei campioni della conferenza di rivendicare sei punti di spareggio, lavorando bene con uno spareggio a sei o otto squadre.

Le basi:

  • Il miglior gruppo di cinque squadre viene portato allo stesso livello delle Power Five Schools per formare sei conferenze di 12 squadre ciascuna. Nessuna corrente di alimentazione 5 squadre sono stati eliminati.
  • Le scuole al di fuori di questi 72 giocheranno in una divisione separata e non saranno ammissibili per le classifiche di playoff e playoff. Tutte le squadre sono limitate a programmare un massimo di due squadre delle divisioni inferiori durante la stagione regolare.
  • Rivalità storiche e vicinanza geografica sono stati prioritari nella creazione di queste conferenze.

Senza ulteriori indugi:

Conferenza Proposta di Appartenenza

ACC Big 12 Big 10 Pac-12 SEC Eastern Athletic Conference (EAC)
ACC Big 12 Big 10 Pac-12 SEC Eastern Athletic Conference (EAC)
Clemson Oklahoma Ohio St. Oregon Alabama la cattedrale di Notre Dame
Florida St. Oklahoma St. Penn St. Oregon St. Auburn Marina
Virginia Tech TCU Wisconsin Washington Florida Boston College
Virginia Texas Michigan Washington St. Georgia Louisville
Miami Baylor Michigan St. Stanford Tennessee West Virginia
Georgia Tech Texas Tech Nebraska UCLA LSU Pittsburgh
Duca Texas A&M Indiana USC Vanderbilt Siracusa
UNC Kansas St. Iowa California Kentucky Rutgers
NCSU Kansas Minnesota Utah Mississippi St. Cincinnati
Wake Forest Colorado Purdue Arizona Ole Miss Tempio
Maryland Iowa St. Illinois Arizona St. Arkansas UCF
U di SC BYU Northwestern Boise St. Missouri Memphis

ACC: Questo sembra un po ‘ come l’attuale ACC, ma prende un ritorno alle radici. Sono finiti Boston College, Pittsburgh, Syracuse, e Louisville. Il Boston College è stato nell’ACC per un po’, ma sono ancora un’aggiunta moderna e sono per lo più mediocri. Pittsburgh, Syracuse e Louisville sono tutte nuove aggiunte. La loro sostituzione sono Maryland e… Carolina del Sud.

Maryland è stato uno dei membri fondatori dell’ACC e il catalizzatore per la nascita della conferenza. Se ne sono andati solo nel 2014. Non sceglierebbero mai liberamente di lasciare il Big 10, con il flusso di cassa superiore fornito dalla conferenza, ma lo stiamo mettendo da parte in questo scenario (assumeremo che tutte le conferenze condividano le entrate nello stesso rispetto delle divisioni nella NFL).

La Carolina del Sud non è stata nell’ACC dal 1971, ma sono in forma nella conferenza come Pittsburgh o Syracuse. Clemson vs. U di SC diventa una rivalità conferenza proprio come Virginia vs. VT è diventato quando gli Hokies aderito alla ACC. Ciò apre uno degli slot non congressuali sul programma di Clemson per un ulteriore interessante gioco non congressuale. Immagina di far cadere Louisville dal programma e sostituirli con la Georgia! Questo diventa possibile quando U di SC è un gioco di conferenza.

Nel complesso, questa è addizione per sottrazione per l’ACC. Tre delle squadre più deboli sono sparite. Perdere Louisville punge, ma una conferenza più storicamente e geograficamente coesa è una vittoria.

Big 12: Questa versione rinnovata del Big 12 aggiunge all’intrigo con il ritorno di Texas A&M. I pericoli del riallineamento passato erano la fine di grandi rivalità. Con questa mossa, uno dei migliori dello sport tornerà. Inoltre, Colorado torna al Big 12. BYU si unisce ai ranghi della power conference per portare le grandi squadre 12 a 12. Lasciando è geograficamente scomodi alpinisti West Virginia. Ogni Big 12 socio fondatore, save Nebraska, è riunito, e la conferenza riesce a ottenere più geograficamente coerente durante l’espansione.

 Nuovo Big 12 footprint
Nuovo Big 12 footprint

Big 10: Questa conferenza è semplicemente il Grande 10 prima della loro strana mossa di aggiungere Rutgers e Maryland. Il Big 10 è già una delle due conferenze più forti e diventa solo più forte e più interessante facendo cadere due squadre senza legami reali con il resto della conferenza.

Pac-12: Con Colorado lasciando per tornare tot ha grande 12, c’è uno slot aperto. Diverse squadre al di fuori del Power Five potrebbero avere senso qui: BYU, San Diego, Nevada e Boise State. BYU, a mio avviso, è una migliore vestibilità culturale nel Big 12 e porta loro un nuovo mercato pur essendo geograficamente coesa. San Diego non porta nulla di nuovo al Pac-12 e non ha abbastanza il track record storico di Boise State. Nevada potrebbe avere senso, soprattutto per il basket, ma Boise State è la squadra premier G5 ovest del Mississippi ed è una scelta facile qui.

SEC: La SEC scende South Carolina e Texas A & M per tornare a 12 squadre. Sono la conferenza più forte e questa mossa aiuta a livellare le divisioni con una squadra più forte che parte dalla divisione più forte. Ora la Carolina del Sud può dimostrare quanto sarebbero bravi con il programma di Clemson. I Gamecocks avrebbero probabilmente rivalità più forti nell’ACC (Clemson, UNC, NCSU, Georgia Tech) rispetto alla SEC (Georgia, Tennessee, Kentucky, Texas A&M).

Eastern Athletic Conference (EAC): Ecco dove questo diventa davvero interessante. Cinque scuole AAC, quattro scuole ACC, West Virginia, Rutgers e Notre Dame formano la nuova Eastern Athletic Conference. Si è tentati di chiamarlo semplicemente il Grande Oriente, ma è più di questo. UCF è un potere G5, che se elevato allo status di conferenza superiore, potrebbe essere molto pericoloso. Ovviamente, Notre Dame è il grande nome della conferenza, ma Louisville, West Virginia, Pittsburgh e Cincinnati formano un forte nucleo geografico con alcune rivalità integrate. Mettere Marina e Notre Dame nella stessa conferenza preserva quella rivalità storica. Nel 2019, questa collezione di team sarebbe stata più forte del nuovo ACC o Pac-12 allineato. Non sono sparsi in tutto il paese con squadre da Houston a Temple sia. UCF è l’unico outlier.

 EAC footprint
EAC footprint

Cosa ne pensi? Preferireste queste conferenze? Preferiresti questa versione a 12 squadre dell’ACC? Fateci sapere nei commenti e sondaggio qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.