Lo chef Tyler Akin sta facendo rivivere una sala da pranzo secolare dell’hotel nel bel mezzo di una pandemia

Notizie

Le Cavalier at the Green Room apre il mese prossimo a Wilmington Hotel Du Pont. Ecco come appare, ed ecco cosa c’è sul menu.

Di Alex Tewfik·20/08/2020, 15: 46 p. m.

Buongustai devoti e neofiti del ristorante amano Foobooz. Iscriviti ora per la nostra newsletter due volte alla settimana.

Le Cavalier | Foto fornita

“C’è stato un tempo, nel periodo d’oro della Green Room, in cui la gente veniva dalla linea principale e da Philadelphia per mangiare in questa sala da pranzo”, dice Tyler Akin, lo chef di Philly che ha riportato in vita un ristorante di 100 anni. “Non sto soffiando fumo per sovraccaricare il peso di questo ristorante. La Sala Verde era regionale, storicamente significativo.”

La Green Room è, era, il ristorante del secolare Hotel Du Pont a Wilmington, nel Delaware. È grande e in legno e sontuoso con alti soffitti in gesso ornato e lampadari grandiosi che una volta contenevano candele di cera — poi, finte elettriche, e ora, dopo un grande design reno di Stokes Architecture + Design di Philly, lampade globulari. Stokes mantenuto i soffitti e applique, ma gli schermi delle finestre in vetro colorato rovere incorniciato, il bar, i lampioni personalizzati, e le banchette in velluto e pelle sono tutti nuovi. Nuovo perché questa sala da pranzo non è più solo la stanza verde. È Le Cavalier alla Green Room, una brasserie francese da 118 posti di Akin e dei suoi proprietari, il Gruppo Buccini / Pollin.

Poulet frites / Foto di Neal Santos

Secondo un rappresentante del ristorante, il nome deriva dalla “profonda tradizione equestre nella valle del fiume Brandywine e rende omaggio ai primi anni del 20 ° secolo, quando l’Hotel ha aperto.”E il concetto, una brasserie neo-francese con una particolare attenzione ai sapori della Provenza e delle regioni del Nord Africa e del Medio Oriente, è solo qualcosa a cui Akin è stato interessato da quando ha lasciato la scuola di cucina. “Quando frequentavo la scuola di cucina a Washington, i miei istruttori erano tutti francesi e chef dell’ambasciata”, dice Akin. “Quando hanno scoperto che ero del Delaware, come un orologio, mi parlavano della Stanza verde.”

Perche ‘ la Green Room non era solo un ristorante di un hotel del Delaware. “C’era una consapevolezza a riguardo”, dice. “Non solo perché dovevi indossare un blazer per mangiare lì, o perché hai festeggiato il compleanno della nonna lì, ma a metà/inizio del 20 ° secolo, la DuPont company lo considerava un luogo per condurre grandi affari. Ma quando i grandi affari divennero meno relazionali, quando i dirigenti del consiglio iniziarono a volare a New York e DC per le riunioni invece di ospitarli qui, commercialmente, aveva meno reputazione, meno valore per l’azienda. Hanno smesso di reinvestire negli interni, il personale, gli ingredienti della cucina utilizzati.”

Tyler Akin / Foto fornita

La cucina della Green Room ha attraversato tutti i tipi di cambiamenti nel corso degli anni, dice Akin. Prima di approdare al concetto di brasserie, si è riversato su vecchi menu cercando di trovare una linea passante che potesse usare come ispirazione. “Non c’è mai stato un concetto statico”, dice. “Il menu nel 1913 era completamente diverso da quello del 1950, quando si appoggiava più regionale/mid-Atlantic. Negli anni ‘ 80, avevano una forte pipeline di gestione svizzera e talento culinario, così ha assunto un’identità francese più formale. Avevano anche un programma di scambio culinario con Kyoto. C’era il sushi all’Hotel Du Pont nei primi anni ’80. Ci sono persone qui che setola al fatto che il ristorante sta cambiando, ma dimenticano quanto è cambiato nel corso degli anni.”

Ma ciò che rende Le Cavalier un ristorante così accattivante apertura, però, è triplice: È un ritorno a casa per Akin, che (oltre ad essere nato a Wilmington e cresciuto appena fuori città) affinato le sue costolette culinarie in DC e poi Philly, dove è salito i ranghi a Zahav prima di aprire Stock, un sud-est asiatico BYOB a Fishtown, poi Res Ipsa Cafe con Mark Corpus e Mark Capriotti, e poi una versione fast-casual di Stock a Rittenhouse. Dice che sente una quantità intensa di responsabilità per rendere il ristorante un successo. “Questo posto è stato formativo per così tante persone, me compreso”, dice. “Tutto è successo qui: occasioni speciali, pietre miliari. Non puoi sopravvalutare quante persone si sono impegnate in quella stanza, hanno trascorso i loro anniversari in quella stanza. Le aspettative sono davvero alte. Sento molta pressione, ma sono fiducioso. La comunità sta guardando e sperando in un buon risultato, perché se i loro ricordi positivi della Stanza Verde fossero giustificati o meno, la sua mistica è assolutamente infallibile.”

Inoltre, questa è una delle prime grandi e fantasiose aperture di ristoranti di un noto chef di Philly che abbiamo visto accadere nell’era del coronavirus. Ed è a Wilmington, una città che solo di recente ha trovato un po ‘ di magnetismo alimentare (con gran parte del suo futuro sviluppo del ristorante messo in pausa a causa della pandemia). E ‘ a Wilmington, che, storicamente, nonostante la sua vicinanza a Philadelphia, non è stato molto di una destinazione da pranzo per Filadelfia.

Ma è a Wilmington, dove pranzo al coperto è già un full-go. Quando si apre il 1 ° settembre, saranno posti a sedere persone all’interno (ad una capacità limitata, distanziati in conformità con le raccomandazioni CDC così come le linee guida statali e locali). Philly non potrà cenare al coperto fino all ‘ 8 settembre, il che significa che Akin ha una settimana per attirare l’attenzione di questa città. Se i lampadari non l’hanno già fatto.

Scorrere per un tour dello spazio. Il menu di apertura e ‘ in fondo. Fai la tua prenotazione qui.

La sala da pranzo a Le Cavalier | Foto fornite

La sala da pranzo a Le Cavalier | Foto fornite

La sala da pranzo a Le Cavalier | Foto fornite

insalata Lyonnaise | Foto di Neal Santos

Poulet frites | Foto di Neal Santos

Rougette de Veau | Foto di Neal Santos

Steak frites | Foto di Neal Santos

pesce Spada à la Grecque | Foto di Neal Santos

Clicca per ingrandire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.